Campioni e occhiali da sole - Il blog della Bottega

Campioni e occhiali da sole

È stata un’estate pazzesca dal punto di vista sportivo.
Siamo diventati prima campioni d’europa con la nazionale di calcio poi campioni olimpici nelle principali discipline della competizione, raggiungendo, per altro, il record storico di 40 medaglie olimpiche con ben 10 ori!

Di queste spedizioni sono diventati virali Nicolò Barella prima e Filippo Tortu poi che, con i loro occhiali da sole, hanno fatto esplodere il mondo dei meme.

Il primo ha fatto notizia per il suo presunto “hangover”, quando si è presentato al Quirinale con occhiale scuro e bottiglietta d’acqua in mano, look degno dei migliori dopo-sbronza.
Il secondo, invece, al rientro in Italia ha sfoggiato un paio di occhiali con 5 anelli, simbolo delle Olimpiadi, dove ha conquistato l’oro nella staffetta.

Gli occhiali da sole usati dai campioni in gara

Come spesso accade Oakley fa da padrone, con occhiali adatti ad ogni tipologia di sport.

Cominciamo dalla marcia, dove siamo campioni incontrastati, avendo portato a casa sia l’oro maschile che quello femminile.
Entrambi i nostri atleti, Massimo Stano e Antonella Palmisano, indossavano Oakley Radar EV Path personalizzati con i colori della bandiera italiana.

Primeggiamo anche in acqua, dove sono due le coppie di campioni olimpici ai giochi di Tokyo 2020.

Ruggero Tita e Caterina Banti, oro nella vela, con l’atleta trentino che indossa i nuovissimi Oakley Kato.

Oro anche per il canottaggio con Valentina Rodini e Federica Cesarini, campionesse nella categoria doppio pesi leggeri femminile e, per inciso, la prima medaglia per il canottagio feminile italiano.
Entrambe indossavano un paio di Oakley Encoder.

Fonti: Ansa, Corriere dello Sport

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su skype
Condividi su email