miopia

Miopia, conosciamola meglio

La miopia è un difetto visivo tra i più comuni.
Si manifesta quando l’occhio risulta essere più lungo del normale, quindi i raggi luminosi provenienti da un oggetto posto all’infinito non vengono messi a fuoco sulla retina, ma davanti ad essa.

In poche parole, una persona miope vedrà in maniera nitida gli oggetti vicini, mentre avrà difficoltà a mettere a fuoco tutto ciò che è lontano.

Quali sono le cause della miopia?

La miopia, nella sua forma più comune, è causata da un’eccessiva lunghezza del bulbo oculare.
Ci sono, però, anche altri fattori che possono causare la miopia.

Ad esempio un indice di refrazione del cristallino superiore alla norma o un’eccessiva curvatura della cornea.
Alle volte può essere causata da un cheratocono oppure un esoftalmo (occhio grande e sporgente) proprio per la sua conformazione.

Questi difetti oculari possono insorgere a qualunque età, anche se, in genere, la miopia difficilmente si manifesta dopo i trent’anni.

Come mai?
Semplicemente perché nella stragrande maggioranza dei casi la miopia è causata dallo studio, o meglio, dallo studiare in posizioni sbagliate.

I fattori scatenanti della miopia sono infatti molteplici:

  • genia (in casi di miopia elevata o progressiva)
  • leggere/lavorare al pc con scarsa illuminazione
  • la maggior parte dei casi (circa il 95%), però, è causata dal leggere per molte ore al giorno ad una distanza molto ravvicinata
    Per questo motivo sarebbe opportuno rispettare quella che è detta la “distanza del punto prossimo” durante la lettura su libri, cellulare, tablet ecc..

In sostanza, qualunque attività comporti uno sforzo prolungato degli occhi è una possibile causa per la miopia.

Quali sono i rimedi?

Esistono varie soluzioni alla miopia.
La più comune sono gli occhiali correttivi, i quali agiscono sui raggi di luce, riportando il fuoco sulla retina.
La stessa operazione viene svolta dalle lenti a contatto, le quali offrono anche un maggior campo visivo.

La soluzione più “estrema” è quella di utilizzare la chirurgia laser.
Agendo sulla cornea, si va a riportare il punto di fuoco su di essa, eliminando il difetto.
Questa operazione è sconsigliata in soggetti che hanno meno di 25 anni e che non hanno una miopia stabile, cioé che non peggiora da almeno 2 anni, in quanto il problema potrebbe riproporsi.
Ovviamente per questa soluzione si raccomanda il parere del proprio oculista oltre che dell’ottico.

In alcuni casi, la miopia, può anche essere accompagnata da altri difetti visivi.

L’astigmatismo è uno dei più comuni, ma, con l’avanzare dell’età, può insorgere un altro difetto molto diffuso, la presbiopia.
Se un soggetto miope dovesse sviluppare anche una forma di presbiopia potrà ricorrere a lenti progressive, le quali permettono la messa a fuoco in ogni area di visione, vicina, intermedia e lontana.
Se la miopia risultasse essere in forma lieve, basterà invece che si tolga gli occhiali per vedere bene da vicino.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su skype
Condividi su email

EFFETTUA UN CONTROLLO GRATUITO DELLA VISTA