di cosa sono fatti gli occhiali

Sai di cosa sono fatti gli occhiali?

Ne esistono di ogni forma, colore, fantasia e materiale, ma, sai di preciso di cosa sono fatti gli occhiali?

Vengono realizzati occhiali con i materiali più disparati, dai polimeri ai metalli, addirittura da lamiere, tavole da skate o snowboard e altri oggetti di scarto che vengono riciclati.

I materiali più diffusi

L’acetato di cellulosa (chiamato anche celluloide) è sicuramente uno dei materiali più utilizzati per realizzare le montature degli occhiali, in quanto molto versatile e di facile lavorazione.
Di cosa sono fatti gli occhiali in acetato?
Questa fibra deriva dagli scarti di lavorazione del legno o del cotone, chimicamente trattata per ottenere un materiale plastico.

Il nylon (o poliammide) è un altro materiale molto diffuso, il quale presenta diversi vantaggi rispetto all’acetato.
Gli occhiali realizzati in nylon sono infatti leggerissimi ma, allo stesso tempo, molto resistenti agli urti e al calore, il che lo rende perfetto per realizzare occhiali sportivi.

Il metallo è stato uno dei primi materiali ad essere utilizzati per costruire occhiali.
Al giorno d’oggi viene però messo un po’ nell’angolo dalle esigenze dei designer, i quali hanno bisogno di materiali semplici da lavorare e da colorare, caratteristiche che nei metalli difficilmente si trovano.
Gli occhiali in metallo restano comunque gettonatissimi vista la loro resistenza e durata nel tempo.

Allergie e sport

I problemi derivanti dalla lavorazione dei metalli sono spesso state risolte aggiungendo il nichel per costituire leghe più semplici da modellare.
Purtroppo questo elemento può facilmente causare allergie, per cui sono sempre più diffusi i cosidetti acciai medicali, in cui il nichel è presente in percentuali bassisime.

Per ovviare al problema delle allergie si può ricorrere al titanio, un materiale così resistente e leggero da renderlo perfetto per realizzare gli occhiali.
Proprio per questo viene impiegato molto spesso per gli occhiali sportivi, meno per quelli di uso quotidiano.
La sua scarsa diffusione dipende purtroppo dal fatto che è molto costoso e, quindi, meno “attraente” di altri materiali plastici che presentano caratteristiche simili.

Nell’occhialeria sportiva troviamo sempre più di frequente anche la fibra di carbonio, leggera e versatile permette di realizzare occhiali adatti a prestazioni di alto livello.
La fibra di carbonio può essere mescolata al nylon per dar vita al TR90, il quale, dotato di memoria di forma, risulta essere praticamente infrangibile e quindi molto resistente agli urti.

Materiali naturali

Di cosa sono fatti gli occhiali in corno?
Mica di corno vero?
E invece sì, vengono utilizzate vere corna di bufalo d’acqua.
La lavorazione artigianale di questo materiale, rende gli occhiali in corno molto costosi, hanno il pregio però di essere pezzi praticamente unici, in quanto non esiste un corno con sfumature di colore uguali ad altri.
Trattandosi di un materiale estremamente delicato, ci sarà bisogno di una buona manutenzione, che viene effettuata con degli specifici balsami a base di paraffina.

Esistono infine occhiali interamente realizzati in legno.
I legni più utilizzati sono ciliegio, acacia e noce, i quali sono però molto delicati.
Per questo esistono anche occhiali realizzati in bambù, il quale, oltre ad essere estremamente resistente, è quasi del tutto impermeabile.

Fonti: Occhiali24, Wikipedia

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su skype
Condividi su email